google-site-verification: google437ecac5d3a138a1.html

Mercoledì 18 maggio l’Istituto Centrale per la Patologia degli Archivi e del Libro partecipa all’8ª Edizione del Salone dell’Arte e del Restauro, che si terrà dal 16 al 18 maggio a Firenze presso il Palazzo della Borsa della Camera di Commercio.

Un appuntamento biennale, che quest’anno si svolgerà sia in presenza che online, dedicato alla conservazione, al restauro, ai musei, alla formazione, alle nuove tecnologie e alle dinamiche connesse al turismo culturale e ambientale.

L’ICPAL sarà presente alla manifestazione con il workshop dal titolo “ICPAL: Didattica e sperimentazione” nell’ambito dell’interessante calendario di incontri promosso dal Ministero della Cultura.

L’accesso a tutti gli eventi della zona espositiva è gratuito, con obbligo di registrazione.

Gli incontri trasmessi in diretta streaming saranno disponibili sulla pagina Facebook del Salone: https://www.facebook.com/salonerestaurofirenze​

Per maggiori informazioni:

www.salonerestaurofirenze.com/restauro/2022

 

PROGRAMMA DEL WORKSHOP “ICPAL: DIDATTICA E SPERIMENTAZIONE”

 

Mercoledì 18 maggio 2022  – ore 14.30-16.00 – SALA MiC

introduce e modera

Alessandra Marino Direttore ICR, in rappresentanza di Mario Turetta Direttore generale avocante ICPAL

 

“I nuovi progetti di ricerca dei laboratori scientifici dell’Istituto Centrale per la Patologia degli Archivi e del Libro”

 

Paola Biocca Chimico Ales S.p.A. presso ICPAL

Matteo Montanari Biologo Ales S.p.A. presso ICPAL

Sono in corso presso l’ICPAL progetti scientifici volti a migliorare le conoscenze dei processi di degrado del materiale archivistico-librario e a ricercare soluzioni innovative di prevenzione e controllo. In particolare, le ricerche riguardano lo studio del degrado chimico-biologico di opere cartacee e fotografiche e l’avvio di una mappatura nazionale delle contaminazioni fungine in archivio, per la messa a punto di sistemi di controllo basato sul monitoraggio dei parametri ambientali.

 

“Il mensile ‘Lucciolina’: analisi dello stato di conservazione e restauro di due numeri in carta cerulea (Archivio di Stato di Milano)”

 

Giulia Re Studente V anno SAF ICPAL

Sabrina Sideri Studente V anno SAF ICPAL

L’intervento mira a raccontare la peculiare genesi del mensile “Lucciolina” (prodotto tra il 1911 e il 1913 e diretto da Teresa Feltrinelli), seguita dalla descrizione delle principali caratteristiche dei volumi, dello stato di conservazione e dell’intervento di restauro di due numeri con coperta in carta cerulea. Verranno descritte le modalità operative, le scelte che hanno portato al recupero e alla sostituzione di alcuni elementi e le indicazioni per una corretta conservazione e fruizione.

 

“Studio codicologico, diagnostica e restauro del codice membranaceo eritreo Maṣḥafa gǝnzat, መጽሐፈ፡ ግንዘት (‘Libro per seppellire’) dell’Istituto Storico dei Cappuccini di Roma”

 

Ilaria Brunelli Studente V anno SAF ICPAL

Giuseppe Marotta Studente V anno SAF ICPAL

Le tecniche di manifattura dei manoscritti liturgici cristiani di area etiopica ed eritrea si sono mantenute pressoché invariate nel corso dei secoli. Dopo un inquadramento storico e codicologico, si esporranno la descrizione dello stato di conservazione, i risultati delle analisi diagnostiche e l’intervento di restauro eseguito sul codice eritreo Maṣḥafa gǝnzat, compromesso da un esteso danno entomologico.

 

Allegati:

Calendario completo degli incontri del Ministero della Cultura