google-site-verification: google437ecac5d3a138a1.html
Visione in luce trasmessa di foglio con filigrana
Visione in luce trasmessa di foglio con filigrana
Visione in luce trasmessa di foglio con filigrana
Osservazione di cuoio al macroscopio
Osservazione di cuoio al microscopio ottico
Osservazione di cuoio al macroscopio
0817
Arrangiamento follicolare della pelle di capra
0817
0815
Pasta chimica di conifera e pastalegno
0815
0512
Exultet 2 Bari campitura con oro
0512
0507
Exultet 2 di Bari campitura arancione
0507
previous arrow
next arrow

Laboratorio di Tecnologia

 

Ricerca applicata

Progetti in corso

– Valutazione degli spot tests colorimetrici proposti da Lina Falcao Maria Araujo nei loro articoli Tannins characterization in historic leathers by complementary analytical techniques ATR-FTIR, UV-Vis and chemical tests e Tannins Characterisation in New and Historic Vegetable Tanned Leather Fibres by Spot Tests per identificare il metodo di concia (al vegetale, all’allume, al cromo, etc.) su cuoi e pelli antiche. Nel caso della concia al vegetale determinare la classe chimica dei tannini impiegati (tannini idrolizzabili divisi in gallo ed ellagitannini, tannini condensati) e, se possibile, la specie vegetale (noci di galla, sommacco, legno della quercia o del castagno, etc). Per la sperimentazione si sono utilizzate pelli ed estratti tannici gentilmente forniti dalla ditta Silvateam di Cuneo.

– Rimozione o attenuazione di macchie di ruggine brune contenenti ferro nelle sue due valenze (+2 e +3) su manufatti cartacei. Sperimentazione del riducente TBAB, dei complessanti EDTA (a diversi valori del pH) e del fitato di calcio. Valutazione dell’efficacia e degli effetti collaterali nell’immediato e nel tempo.

– Ampliamento del database di immagini al microscopio ottico di impasti fibrosi di carte a composizione nota.

– Ampliamento del database di immagini al macroscopio dell’arrangiamento follicolare di pergamene e cuoi dei quali è noto l’animale di provenienza. Per la pergamena si valuteranno le immagini nelle diverse zone della pelle (dorso, spalle, coda, fianchi, etc).

Il database permetterà di determinare l’animale su campioni storici tramite il confronto delle immagini.

Indagini diagnostiche su opere di elevato valore culturale

  • Rotoli in pergamena Exultet 1, 2, 3 e Benedizionale conservati nel Museo Diocesano di Bari.
  • Libro di astrologia di Ottavio Pisani del 1613 conservato presso la Biblioteca Casanatense.
  • Disegni e “Codice del volo” di Leonardo da Vinci.
  • Papiro di Artemidoro.
  • Valutazione carte coreane per il restauro Hanji.

Supporto alla SAF

Oltre alle lezioni teoriche, nello scorso anno e nei primi mesi del 2020 si sono esaminati:

  • Pergamene con sigilli del Capitolo Metropolitano conservati dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Puglia e della Basilicata, oggetto delle esercitazioni degli studenti del quarto anno.
  • Manufatti oggetto di cinque tesi di laurea (Globo dell’Istituto Nazionale di Fisica della Sapienza, Libro cinese della Biblioteca Casanatense, Libro dei Salmi conservato presso l’Abbazia di Grottaferrata, Erbario conservato presso l’Università degli Studi di Roma la “Sapienza”, Pellicole cinematografiche dell’Istituto Luce).

Collaborazioni scientifiche in atto

Impiego di oli essenziali ed idrolati supportati dal gellano per la disinfezione di manufatti in carta, pergamena e fotografici (collaborazione con il laboratorio di Biologia e con Maura Di Vito del Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna).